giovedì 14 dicembre 2017

Recensione: 'Magisterium. La Maschera d'Argento'
di Cassandra Clare & Holly Black

Titolo: La Maschera d'Argento (Magisterium, #4)
Autore: Cassandra Clare & Holly Black
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 21 Novembre 2017
Pagine: 252
Prezzo: €17,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
La vita di Callum Hunt è a pezzi. Il suo segreto è stato svelato al mondo. Aaron, il suo migliore amico, è morto. Alex, la spia del nemico, è riuscito a fuggire. E ora Call si trova a vivere dietro le sbarre, chiuso in una cella, bandito dal resto della comunità magica per ciò che è... o meglio, per ciò che potrebbe diventare. Una speranza di libertà ci sarebbe. Ma tutto ha un costo, e lui non sa se è disposto a pagarlo. Riuscirà a trovare dentro di sé la forza di non tradire i suoi amici e gli insegnanti? O correrà il rischio di distruggere tutto ciò che nella vita ha di più caro? Nell'anno d'argento al Magisterium sarà tutto diverso da prima...


RECENSIONE
Saprete benissimo che questa serie a me piace da morire, ogni libro è fantastico, un mix di fantasia, mistero e azione, un libro perfetto insomma. Questo non è stato da meno, anzi si è aggiunto un fattore che nei precedenti libri non era presente, ovvero la storia romantica. Non è una di quelle storielle che stufa e risultano pesanti, bensì è una di quelle storie che ti fanno sorridere e ti fanno pensare alla tua prima cotta e a quanto si era impacciati.
Il libro inizia qualche mese dopo il termine del terzo libro, Callum è stato imprigionato nel Panopticon e ogni giorno viene interrogato dall'Assemblea per determinare quanto di Constantine ci sia in lui. Ad un solo giorno dal verdetto, e nel giorno in cui Jasper gli va a far visita, la prigione va a fuoco e questo non è certamente un caso. Tamara ha escogitato un piano per far uscire di prigione il suo amico, grazie all'aiuto di Anastasia, purtroppo per Tamara non va come aveva previsto. I tre ragazzi si troveranno prigionieri di due persone che odiano a morte, e non sarà facile trovare una via d'uscita.
Io amo l'ambientazione del Magisterium, le sue cave, gli studenti, gli elementi magici, le lezioni con i Magister, purtroppo in questo volume non incontriamo l'accademia di magia, ne sentiamo solo parlare, ma ci ritroviamo in un'altra ambientazione niente male. La radura in cui si ritroveranno i tre maghi è molto interessante, soprattutto per le persone che vi incontreranno e per le scoperte su Constantine e Jericho Madden.
Callum continua ad interrogarsi sulla questione del Sire Malvagio, vuole sapere cosa comporta avere l'anima del Nemico della Morte, se mai verrà a galla qualche vecchia conoscenza, ma ancora non abbiamo una risposta vera e proprio, Callum si sente semplicemente Callum Hunt. In questo libro mi è piaciuto particolarmente, pensa con la sua testa e nonostante qualcosa non pare del tutto corretto agli altri maghi, lui va avanti per la sua strada e arriva fino in fondo. Riesce persino a fare la doppia faccia per il bene dei suoi cari ed è pronto anche a sacrificarsi pur di tenere al sicuro chi ama.
Tamara è la solita ragazzina con la testa sulle spalle, ma si è rivelata essere una vera amica pronta a qualsiasi cosa pur di salvare i suoi amici, persino venire a patti con i Primitivi. Jasper è più divertente che all'inizio, sin dall'inizio ci fa sorridere, ma ugualmente talvolta mi da sui nervi.
Come vi ho detto in questo volume si introduce una dose di romanticismo, non quelli a cui si è abituati negli Young Adult, ma un tipo di amore impacciato e divertente, Callum si è confessato a Tamara nel momento meno opportuno di tutto il libro quasi, e per tutto il libro Call si domanda se ha fatto bene e se le cose tra di loro stiano cambiando a causa del suo essere.
Come al solito il romanzo è scritto divinamente, Holly e Cassandra hanno un modo di scrivere sublime, i libri della serie hanno tutti gli elementi che un fantasy dovrebbe avere e questo in particolare ci apre numerose strade verso il capitolo finale. Il finale è totalmente inaspettato, non vedo l'ora sia il prossimo anno per scoprire l'epilogo di Callum e del Magisterium.
Tempo di lettura: 4 giorni

lunedì 11 dicembre 2017

Parenthesis On Tv Series #3

Rubrica idata da me, di cadenza bimensile, in cui ad ogni appuntamento - di venerdì - vi farò sapere le mie opinioni riguardo alla stagione della serie TV che ho terminato di vedere. Talvolta inserirò anche degli spoiler dove potrete scegliere voi se leggere anticipazioni o meno.

Buongiorno lettori,
oggi vi lascia un'altra carrellata di mini recensioni delle ultime serie tv che ho visto! Sono riuscita finalmente a terminare Flash e Supergirl - non perché non mi piaccia, ma perché le vedo con il mio ragazzo è scende da me solo tre notti a settimana e quasi mai abbiamo voglia di guardare la tv D:
─────────────────────────────────────────────

★★★★★
3 STAGIONE
Liv Moore ormai è diventata una garanzia, ogni serie la trovo strepitosa e vorrei avere subito la successiva da guardare. L'idea è sempre originale, non cade mai nel banale e riesce sempre a sorprendere. Continua la ricerca di Raji su un vacino, un modo di tornare umani o un modo per non contrarre il virus. I casi su cui Liv deve indagare sono fantastici e lei è super divertente, il modo in cui cambia personalità ogni puntata è strabiliante. Major in questa stagione l'ho amato e odiato, non capisco perché questi due non tornino insieme e la facciano finita! Il finale di stagione lascia con tanti punti interrogativi e non vedo l'ora di vedere la quarta stagione, probabilmente la inizio in inglese!
─────────────────────────────────────────────

★★★★½
2 STAGIONE
Avevo perso le speranze di vedere una seconda stagione di questa serie. Ormai era passato un anno e mezzo - circa - da quando ho finito la prima e stava andando a finire nel dimenticatoio. Io amo le serie di questo genere, i morti che tornano in vita, mi hanno sempre affascinato. Questa serie anche se corta è davvero fantastica, è originale a modo suo e in ogni puntata si scopre qualcosa di nuovo ed interessante. I personaggi mi sono piaciuti moltissimo, anche quelli che hanno cambiato 'fazione' rispetto alla prima stagione. Il finale mi ha intrigata moltissimo, spero faranno una terza stagione e magari che la facciano prima del 2020!
─────────────────────────────────────────────

★★★★½
2 STAGIONE
Adoro, Adoro, Adoro! Supergirl è sempre fantastica, l'attrice mi piace da morire, è spassosissima e davvero in gamba. Le avventure raccontate sono sempre magnifiche, non ho trovato una puntata in cui mi sia annoiata, anche quella musical mi è piaciuta moltissimo. I personaggi secondari sono il top, soprattutto Monel - anche se all'inizio non lo sopportavo perché era in TVD - è favoloso. Le ultime 5 puntate sono state le più belle, le più piene in fatto di contenuti ed emozioni. Il finale mi ha fatto venire le lacrime e sto già facendo il conto alla rovescia per poter vedere la terza stagione!
─────────────────────────────────────────────

★★★★½
3 STAGIONE
Come per Supergirl, anche Flash mi fa provare tantissime emozioni. I personaggi sono bellissimi, recitano in maniera impeccabile e mi sembra di conoscerli di persona ormai. Anche quelli introdotti in questa stagione sono riusciti a conquistarmi. La storia di collegamento è molto triste, sono rimasta fino all'ultimo con l'angoscia di sapere cosa sarebbe successo in realtà e arrivata alla fine non ho potuto trattenere le lacrime per lo stupore. Anche in questa stagione non vediamo nessun lieto fine, credo che i produttori non vogliano la felicità del povero Barry! Sono curiosissima di sapere come andrà avanti la stagione, e soprattutto se alcuni personaggi torneranno dalla parte dei buoni.
─────────────────────────────────────────────

★★★★½
2 STAGIONE
Al termine della prima stagione sono rimasta sconvolta, non vedevo l'ora di mettere gli occhi sulla stagione successiva e ho maledetto la Rai per averci messo così tanto, e vorrei ci spicciasse anche con la terza stagione! La protagonista è cambiata moltissimo sin dall'inizio della stagione, è più estroversa e finalmente sembra provare dei sentimenti. L'idea di base è sempre geniale e anche la storia di collegamento è fantastica e intrigante. L'ultima puntata mi ha lasciata incollata allo schermo per tutto il tempo, e purtroppo è terminata sul più bello! Inutile dire che shippo terribilmente Cameron e Kirsten!

Cosa ne pensate di queste serie? Le avete viste? Cosa avete terminato di vedere in quest'ultimo periodo?! :D

venerdì 8 dicembre 2017

Recensione "Caraval" di Stephanie Garber

Titolo: Caraval (Caraval, #1)
Autore: Stephanie Garber
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 02 Novembre 2017
Pagine: 432
Prezzo: €18,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l'imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l'aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall'isola e dal suo destino... Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l'edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre...


RECENSIONE
La storia parla di due sorelle molto legate tra di loro, condividono tutto, persino le violenze del padre che punisce l'una ferendo l'altra. Rossella e Donatella vogliono una vita diversa, lontano dalla loro terra e soprattutto lontane dalla persona che non dovrebbe fare altro che donarle amore. Le due presto riusciranno in questo intento grazie a Rossella che è stata promessa ad un conte di un'altra terra e presto si sposerà, permettendo sia a lei che a sua sorella di coronare il loro sogno. Un altro sogno che hanno entrambe nel cassetto da quando erano bambine è andare a Caraval, di cui la nonna ha sempre narrato delle magiche storie, un luogo fuori dal comune dove tutto è possibile, dove la magia regna sovrana e dove i desideri potrebbero realizzarsi. Ogni anno Caraval viene fatto in un luogo diverso e vi si accede solo tramite invito. Quest'anno le sorelle Dragna sono state invitate e grazie all'aiuto di Julian, un giovane marinaio, sono riuscite a raggiungere l'isola. All'arrivo di Rossella, sua sorella non era più sulla spiaggia dove dovrebbe essere, e presto si scopre che Donatella è stata rapita, perché è l'obiettivo del gioco di quest'anno: i giocatori dovranno trovare i cinque indizi per trovare la ragazza e guadagnarsi il grande premio di quest'anno, un desiderio esaudito.
Il libro parte in modo graduale, inizialmente è abbastanza lento, molte cose non le si capisce al volo, ma come sbarcano sull'isola del Mastro Legend, cambia totalmente direzione. Ogni cosa sull'isola è cosparsa di magia, ogni persona è circondata da un aura magica, ogni oggetto, ma soprattutto la caccia. Ogni indizio non è facile da trovare, ma con un po' di attenzione e maestria, tutto è possibile. Il luogo in cui si svolge il gioco è una piccola isola, ma dalla città immensa, con cunicoli e gallerie, ogni sorta di luogo che potete immaginare è presente. Ci sono negozi di ogni genere, e si può pagare con qualsiasi cosa, persino con i giorni di vita. Sono rimasta affascinata e sbalordita da quest'ambientazione così ben creata.
I personaggi mi sono piaciuti tutti moltissimo, un po' meno il padre delle ragazze, ovviamente, ma anche lui aveva la sua caratterizzazione ben delineata. Tra le due sorelle ho preferito Donatella, forse perché è stata meno presente, ma anche Rossella si è rivelata diversa da come me la sarei aspettata. Sella è rimasta fedele alla causa, non si è mai distratta e non ha mai desiderato altro che ritrovare sua sorella e poter tornare sulla sua isola in previsione delle nozze. Il personaggio che più ho amato è stato Julian, leale, ma distaccato, un ragazzo pieno di segreti, ma estremamente affascinante. Anche diversi personaggi minori li ho trovati interessanti, ma troppo poco presenti per riuscire a delinearli correttamente.
La storia è scorrevole, è misteriosa al punto giusto, è confusionale e scritta alla perfezione. I misteri che aleggiano tra le pagine sono talmente ben ingegnati che anche noi rimaniamo a pensare e tentare di trovare una soluzione, ma non arriveremmo mai alla soluzione concreta. Non c'è parola migliore che Magico per descrivere tutto, perché è la magia che regna sovrana in questa storia e già ne sento la mancanza, non vedo l'ora di scoprire cosa succederà nel secondo volume della serie, anche se si sarebbe potuto benissimo fermare a questo primo.
Tempo di lettura: 3 giorni