lunedì 9 giugno 2014

Recensione: 'La Notte Degli Zombie'
di Jonathan Maberry

Buongiorno lettori :D
Oggi vi lascio la recensione di un libro che ho letto un paio di mesi fa ormai, ma che ricordo come se lo avessi finito ieri talmente l'ho Adorato!
Il libro in questione è 'La Notte Degli Zombie' di Jonathan Maberry.

Titolo: La Notte Degli Zombie 
Autrice: Jonathan Maberry 
Editore: Delos Book (Odissea Zombie)
Data di pubblicazione: 27 Marzo 2013 
Pagine: 368 
Prezzo: 16,90 euro
Amazon | Goodreads
Trama:
Il medico di una prigione inietta nelle vene di un condannato a morte una sostanza progettata per mantenere sveglia la sua coscienza mentre il corpo marcisce nella tomba. Ma come tutte le droghe, anche questa ha un e!etto indesiderato: prima che possa essere sepolto, il detenuto si sveglia. L’agente di polizia Desdemona “Dex” Fox risponde alla chiamata che l’avverte di un’e!razione proveniente dall’interno della camera mortuaria della prigione. Quando arriva scopre una scia di sangue, corpi mutilati e gli evidenti segni di morsi umani protagonisti della carne"cina. E poi i cadaveri cominciano a muoversi... Famelici. Deliranti. Contagiati. Ecco come "finirà il mondo: non con un bang… ma con un morso.


 RECENSIONE
Tutto ebbe inizio nella contea di Stebbins, Pennsylvania, il giorno in cui Homer Gibbon, plurimo omicida, venne condannato a morte per iniezione letale, ma siccome l’esecutore della condanna non credeva che la morte era la punizione più adatta, gli iniettò un nuovo virus ‘Lucifero 113’ con lo scopo di prolungare l’agonia dell’uomo all’interno della bara, trasformandolo in uno zombie in grado di pensare. Ma dopo la sua morte, una zia di cui nessuno era a conoscenza, reclamò il suo corpo trasferendolo quindi all’obitorio della contea dove non appena si sveglia, aggredisce il medico. Da qui il virus inizia ad espandersi.
Nel frattempo l’agente Desdemona Fox viene chiamata all’obitorio dopo una chiamata per scasso; al suo arrivo viene aggredita da una donna all’apparenza morta. A questo avvenimento ne susseguono molti altri uguali; tutti gli agenti sul posto vennero morsi e si alzarono poco dopo accanendosi sui loro amici ‘vivi’. Poco dopo vengono avvertite le autorità superiori che circondano la contea di Stebbins e proclamano lo stato di Quarantena.
Riusciranno gli agenti a contenere il virus nella contea, o tutti i loro sforzi saranno inutili?
Non vi rivelo di più su questo romanzo di Jonathan Maberry che io ho Amato come non ho mai amato nessun altro libro del genere! L’autore è riuscito a modificare la solita diffusione del virus attraverso via aerea, con un innovativo metodo di contagio. I suoi zombie sono apparentemente morti, ma il loro cervello è in grado di pensare, riescono a capire e soffrire delle azioni orribili che stanno commettendo, ma senza poter cambiare ciò che la loro natura desidera. Questo non conta per il ‘paziente zero’ di questo virus, Homer Gibbon, che riesce a mantenere il pieno controllo delle sue azioni, ma con l’autoconsapevolezza di essere morto.
Parlando di protagonisti ‘non morti’ sono tutti descritti molto bene anche in fatto di relazioni passate. Ho amato la personalità dura e aggressiva di Dez verso tutti, tranne che per il suo collega, verso il quale prova una grande ammirazione.
Il libro mi ha coinvolta sin dall’inizio, mi ha costretta a pensare a come sarebbe un’apocalisse di questo tipo. È una storia piena di colpi di scena, piena di azione, di terrore, ma anche un po di tristezza (oh si, mi sono messa a piangere verso la fine) che mi ha tenuta con il fiato sospeso fino alla fine dell’opera, e adesso mi porta a desiderare fortemente di leggere il seguito di questa grande avventura.
Tempo di lettura: 2 giorni

Ragazzi ne avevate sentito parlare di questo romanzo? Lo avete letto? ** Che ne pensate di questo metodo di contagio? *o*

5 commenti:

  1. questo libro mi ispira *___* questo mese dovrei leggere qualcosa a tema zombie per la Theme Reading Challenge..lo terrò in considerazione ^^

    RispondiElimina
  2. Bello bello bello. Ho iniziato da questo libro a conoscere Maberry e me ne sono innamorata. Hai iniziato la serie di Benny Imura? Io spero che la Delos si decida a riprendere la pubblicazione, perché se mi stroncano anche questa serie potrei arrabbiarmi e tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ancora iniziarla quella seria, ma la vorrei in cartaceo quindi attendo di averla **
      spero pubblichino il seguito di questo anche se non è uscito ancora negli States :D

      Elimina
  3. Diciamo che non vado pazza per questo genere però boh magari qualche volta proverò a leggere qualche libro così! :)

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*