giovedì 21 agosto 2014

Recensione: 'Un Altro Giorno Imperfetto in Paradiso' di Natasha Farrant

"La felicità è una scelta, Blue; a volte la scelta più dura che dobbiamo fare."
Titolo: Un Altro Giorno Imperfetto in Paradiso
Autore: Natasha Farrant
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 10 Giugno 2014
Pagine: 311
Prezzo: 16,00€
Amazon | Goodreads
Trama:
La famiglia di Bluebell, detta Blue, sta cercando un nuovo equilibrio dopo la morte di Iris, la sua sorella gemella. Mamma e papà però sono sempre via, Flora, che in qualità di sorella maggiore dovrebbe essere un punto di riferimento, cambia colore di capelli un giorno sì e l'altro pure e Zoran, il ragazzo alla pari, non ha la più pallida idea di come prendersi cura dei ratti di casa. A complicare le cose, ci si mette Joss, il ragazzo della porta accanto, che sembra solo una gran fonte di guai, per quanto molto affascinanti...


RECENSIONE
Questo libro narra la storia della famiglia Gatsby, in particolare della tredicenne Bluebell. La sua è una famiglia numerosa, infatti ha due fratelli minori e una sorella maggiore; solo che i suoi genitori non sono mai presenti!, se sono fortunati sono a casa per il weekend, ma raramente: sua madre lavora per una compagnia cosmetica e viaggia in giro per il mondo, Cina, Boston, New York; e il padre lavora all'università di Warwick. Per questo alla loro famiglia si è aggiunto Zoran, il loro 'ragazzo alla pari'.
Come se non bastasse Blue non è una di quelle ragazze popolari a scuola, se ne sta sempre per i fatti suoi e nessuno la cerca mai... questo finché non è arrivato il suo nuovo vicino, Joss, che la prende sotto la sua ala protettiva e la aiuta a vendicarsi della ragazza che la prende in giro, rendendola un po' più popolare. Blue scopre di provare dei sentimenti per questo ragazzo, all'apparenza fantastico, ma un giorno Joss e sua sorella maggiore iniziano a frequentarsi e Blue ne soffre.
Presto i ragazzi vanno a trovare la nonna nel Devon e Bluebell ripensa a quei tempi ormai lontani quando c'era ancora sua sorella gemella Iris, che è stata vittima di un incidente d'auto. Tutta la famiglia ancora non si è ripresa da questo incidente, ma Blue è colei che ne soffre di più.
E' un libro pieno di divertimento ed ironia, ma anche di tristezza e malinconia.

Devo essere sincera: all'inizio non pensavo che questo libro mi sarebbe piaciuto siccome è lontano dall'essere di un genere che leggo di solito, ma poi si è rivelata un'ottima lettura leggera e divertente.
Innanzitutto è scritto in due forme diverse: come diario normale e come video diario, in cui ci sono le trascrizioni dei vari video girati dalla protagonista.
Come ho detto è un libro leggero e molto divertente, mi sono fatta delle belle risate in compagnia di Blue e Joss, ma è una storia anche piena di tristezza. Mi sono commossa soprattutto quando ricordava dei tempi passati con Iris, perché secondo me per una ragazza che ha una gemella perderla è la cosa più difficile del mondo, siccome ogni volta che si guarda allo specchio rivede una piccola parte di lei.
 
Il problema del Devon è che c'è troppo spazio. A Londra riesco a gestire il vuoto che ha lasciato Iris con la sua morte. Posso spingerlo in fondo, piegarlo e ripiegarlo come un foglio fino a quando non è tutto accartocciato. E se anche resta duro e appuntito come una spina e fa male, almeno riesco a tenerlo al suo posto, chiuso dentro di me. Mentre qui è come se il foglio di carta si aprisse e continuasse ad allargarsi e a riempire tutto lo spazio nel quale non c'è più Iris. Qui ci davamo alla pazza gioia un tempo.
[...]
Quel foglio di carta, piccolo e ben piegato, nascosto dentro di me, oggi, chissà perché, ha iniziato ad aprirsi e, mentre si apriva, mi sembrava mi stesse tagliando. Non so perché oggi e non ieri, o il giorno prima. E' così e basta.

Ho sofferto con i ragazzi a causa della distanza dei loro genitori, delle persone che avrebbero dovuto crescerli e stargli accanto, ma che lasciavano questo compito a qualcun altro. Ho gioito insieme a loro quando un genitore tornava a casa e finalmente potevano passare del tempo con loro.
 
Stanotte non la volevo dividere con nessuno, né aspettare il mio turno dopo che gli altri hanno smesso di parlare. Volevo mama, la volevo subito. Il profumo Diorissimo e la sensazione della seta o del cashmere, i suoi capelli morbidi, il suo calore. Le sue braccia che mi cullano, la sua voce che mi dice che mi vuole bene. Non riesco ad esprimere quanto la volessi. Avevo fame di lei.
 - - - - - -
"Se potessi avere qualsiasi cosa vorrei la mia famiglia accanto."

Per terminare... consiglio questo libro a chiunque non voglia una lettura impegnativa, ma si voglia divertire (:
Tempo di lettura: 1 giorno e mezzo

Lo avevate già letto?! Cosa ne pensate?

7 commenti:

  1. Mmmh... Questo libro non mi ha mai attratta più di tanto .-. Ma forse gli concederò una chance ;D
    P.s. Ti ho assegnato un premietto ( http://ossessionelibri.blogspot.it/2014/08/the-very-inspiring-blogger-award.html#more ) spero ti faccia piacere :D

    RispondiElimina
  2. Non so se leggerò questo libro, ma la copertina mi è sempre piaciuta. ^_^ Sono contenta che a te sia piaciuto, addirittura quattro fiorellini e mezzo! :3
    PS: la nuova grafica è bellissima. *-*

    RispondiElimina
  3. Ciao Ambra! Se passi qui c'è un premio per te! ;-)
    http://my-lovely-addictions.blogspot.it/2014/08/the-very-inspiring-blogger-award.html

    RispondiElimina
  4. E' una serie? E da quando o.o A me è piaciuto moltissimo come autoconclusivo!
    ps.: l'avevo detto che ti sarebbe piaciuto!

    RispondiElimina
  5. Sembra interessante come libro... Peccato che ora come ora ho tantissimi libri da leggere, recensire e da comprare! Inoltre la mia lista desideri è lunghissima... Chissà, magari in futuro gli darò una chance... :)

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo questo libro, ma sembra molto carino! Prima o poi lo vorrei leggere!! :)

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*