lunedì 22 dicembre 2014

Recensione: 'Shift' di Hugh Howey

Buongiorno lettori :D
Inizio questa fantastica settimana con una bella recensione! Sto parlando di Shift, secondo volume della serie Wool di Hugh Howey** il primo ci aveva lasciato che un sacco di domande e a in parte ci vengono date delle risposte, ma ce ne sono ancora moltissime!
Ricordo a tutti che alle 14.30 sarà online la Quarta tappa della Santa Claus Xmas Gift Tour qui sul blog! :D
──────────────────────────
Titolo: Shift (Wool, #2)
Autore: Hugh Howey
Editore: Fabbri
Data di pubblicazione: 02 Aprile 2013
Pagine: 622
Prezzo: 14,90 euro
Amazon | Goodreads
Trama:
Prima di Wool. In un futuro a meno di cinquant'anni da noi, il mondo è ancora come lo conosciamo. Il tempo continua a scivolare tranquillo. Ma la verità è che sta scivolando via. In pochi sanno quello che ci aspetta. Sono uomini di potere e si stanno preparando in segreto per qualcosa di terribile. Ma anche se forse vogliono solo proteggerci, ci stanno mettendo su un cammino da cui non potremo mai più tornare indietro. Un percorso che condurrà alla distruzione, che ci porterà sotto terra. La storia del silo sta per essere scritta, il nostro futuro sta per iniziare.


RECENSIONE
Chi di voi ha letto Wool concorderà con me che quel libro ci ha lasciato più domande che altro. In questo libro verremo a conoscenza del come e perché i Silo sono nati; ci verranno narrate le ribellioni più importante nella storia umana del sottosuolo e verremo a conoscenza di molto altro.
Il libro apre con la storia di Donald, un uomo trent'enne che è appena diventato consigliere e protetto del Senatore, ciò che Donald non sa' è che il Senatore Thurman ha un progetto ben preciso per lui; in alternato alla storia del Consigliere, incontreremo Troy che sta svolgendo il suo primo turno all'interno del Silo 1 e capirà presto che c'è qualcosa che non torna.
Donald sarà il protagonista di tutte e tre le parti in cui è diviso il libro; nella seconda parte incontreremo Mission, un portatore coinvolto nella prima ribellione del Silo 18, mentre nella terza parte conosceremo Jimmy, unico sopravvissuto alla rivolta del Silo 17. Quest'ultimo l'avevamo già incontrato nel primo libro sotto il nome di Solo.
Se il primo libro, per la maggior parte del tempo, mi ha fatto annoiare, per mia fortuna questo fino alla seconda parte è stato molto coinvolgente. Ero molto interessanta alla nascita di questi Silo, al perché sono stati creati e a come funziona il Silo secoli dopo la creazione.
Purtroppo, la terza parte del libro ha ripreso quel ritmo lento già visto; ho trovato parecchi capitoli inutili con la storia, c'erano davvero tantissime pagine che potevano essere eliminate.
I personaggi mi sono piaciuti tutti, in particolare Donald che era una persona determinata a scoprire ciò che aveva fatto e a scoprire la verità su tutto quanto; Mission, l'ho trovato sveglio e molto altruista; Jimmy a volte mi faceva un po' tenerezza, un ragazzo lasciato solo all'età di 12 anni, che ha visto morire i suoi genitori e che doveva stare ogni giorno con l'angoscia che gli uomini cattivi riescano ad entrare nel suo rifugio.
Il paesaggio e le ragioni create da Howey sono davvero sensazionali e soprattutto funzionano. Non ho trovato nessuna falla nel racconto!
Tutto coloro che hanno letto Wool dovrebbero dare un'occasione a questo libro per scoprire qualcosa di più dei Silo e chi ancora non ha letto il primo libro, dovrebbe farlo, sarebbe un peccato perdersi questa trilogia!
Tempo di lettura: 4 giorni

Cosa ne pensate di questo libro? (:

1 commento:

  1. A me questa saga non ispirava proprio, ma ne parlate tutti più o meno bene...
    Boh :) Ci devo pensare.

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*