giovedì 23 aprile 2015

Recensione: 'Forever' di Aprilynne Pike

Buongiorno lettori,
riesco a lasciarvi questa recensione dopo innumerevoli giorni di assenza e di pausa letteraria!
Ci ho messo un po' per leggere questo libro, un po' per l'inizio che non mi è andato molto a genio, un po' per l'ansia pre-lavoro - per circa una settimana non ho letto da quando ho saputo che mi avrebbero chiamato presto - e adesso leggo un po' al pomeriggio e quando torno a casa tardi, quindi potete capire D: O almeno cercate di farlo!
Ma veniamo alla recensione!
──────────────────────────
Titolo: Forever (Earthbound, #2) 
Autore: Apriynne Pike
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 07 Aprile 2015
Pagine: 323
Prezzo: €17,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Ora che Tavia ha scoperto la sua vera natura – quella di Earthbound, dea creatrice -, è alle prese con un passato da ricostruire e poteri da controllare. Ma qualcuno è intenzionato a fermarla. Catturata e rinchiusa insieme al suo amore di sempre, Logan, Tavia non si dà per vinta. I tentativi di fuga però si rivelano vani, e i suoi poteri ancora troppo deboli. Eppure un giorno i due vengono misteriosamente salvati… da quel momento non solo il destino del loro amore, ma il destino del mondo dipenderà soltanto dalle loro scelte e azioni.



RECENSIONE
Il primo libro termina con Tavia che arriva a Phoenix e bussa alla porta di Logan, il suo diligo, il suo amore eterno. I due si ricongiungono, ma Tavia non riesce a far rinascere i suoi ricordi delle vite passate, così il povero Logan si sente un po' stalkerato e anche importunato da questa ragazza che insiste per mostrargli e fargli toccare alcuni oggetti. Proprio poco dopo l'ennesimo tentativo fallito da parte di Tave, la casa di Logan esplode e i due decidono di scappare; fermati però da alcune persone che li incappucciano si ritrovano prigionieri dalla Reduciata - la corporazione 'nemica' di ogni Earthbound che già da un po' sta dando la caccia alla ragazza. Tavia cerca in ogni modo di scappare e riesce in un modo totalmente insolito persino per una dea come lei. Con un tempismo perfetto arrivano i membri dell'altra corporazione, la Curatoria, che li salvano e li portano nel loro quartier generale.
Arrivati alla base della Curatoria, e sistemati in una stanza un regalo da parte del capo dei curatoriati giunge alla porta: un quadro, il quadro dipinto da Logan in una vita passata in grado di fargli tornare i ricordi! Nel frattempo la notizia della degenerazione del virus sconvolge Tavia e ogni altra persona all'interno della base, ma ciò che la sconvolge ancora di più è che il capo dei curatoriati sostiene che per trovare un antidoto e salvare il mondo ha bisogno dell'Earthbound più forte e potente del mondo, e caso strano si tratta proprio di Tavia.
────────────────────────────────────────────────────
Il libro non è iniziato nel migliore dei modi a parer mio; una volta terminato Soulmates volevo scoprire come sarebbe continuato dal punto esatto in cui ci hanno lasciato. Invece, anziché narrarci passo per passo ciò che è accaduto, l'autrice ha saltato un bel pezzo e ce lo ha raccontato in parole povere. Già questo ha fatto sì che la mia lettura andasse a rilento, non mi capacito di una tale scelta.
Qualche pagina dopo, nel momento in cui la Curatoria ha 'salvato' i ragazzi, ho capito che c'era qualcosa che non quadrava, ma pensavo fosse solo una mia sensazione - non era possibile che il libro fosse così prevedibile. Mah, nonostante questa piccola coincidenza, ho cercato di passarci sopra.
La storia mi è piaciuta, mi è piaciuto il modo in cui si evolvevano gli eventi, la piega misteriosa che hanno iniziato a prendere verso metà libro, tutti gli intrighi dietro a queste corporazioni mi hanno tenuta incollata al libro! Ero molto interessata a come sarebbe finita con il virus: Tavia sarebbe riuscita a trovare un vacino in tempo prima che il mondo venisse distrutto dalla morte dei suoi creatori? E' stata davvero una trovata geniale!
I personaggi purtroppo non mi hanno entusiasmata nemmeno in questo volume. Tavia è confusa per tutta la durata del libro; nonostante è al corrente che lei sia una dea, non sente di esserlo fino in fondo - va bene che hai avuto l'incidente e il tuo cervello è compromesso, ma non puoi dire di non sentirti una dea se lo sei a millenni! - per di più nonostante abbia il suo 'compagno d'eternità' in questa vita sente di non amarlo fino in fondo, preferendo un umano che l'ha tradita. Mi ha dato molto fastidio questa cosa, perché Logan è riuscito a trasmettere tutto l'amore che prova nei suoi confronti e lei cosa fa? Pensa a Benson, anche quando è tra le braccia del suo diligo. Logan - nonostante all'inizio volesse starle alla larga - una volta riaffiorati i suoi ricordi, sono riuscita a vedere gli occhi a cuoricino in ogni pagina. Ha trasmesso tutto ciò che prova per Tavia e purtroppo anche la sua tristezza e la sua sofferenza sono emerse dalle pagine. Se nel primo libro facevo parte del team Benson, in questo ho cambiato idea. Apparte il fatto che ha tradito Tavia, mi ha dato fastidio la sua... 'indecisione' non è la parola giusta; il modo in cui ha cambiato idea del suo essere. Ha dato delle buone motivazioni, ma secondo me non poteva tornare indietro dalle scelte che ha fatto quando era più piccolo, anche se all'epoca non poteva comprendere cosa avrebbe implicato la sua scelta. In questo libro conosciamo anche altri personaggi che, secondo me, avranno un ruolo molto importante nel prossimo volume, Audra e Thomas, che erano in 'combutta' con gli 'zii' di Tavia e grazie a loro la verità è venuta a galla!
La storia narrata è fluida non appena si entra nel 'vivo' della narrazione! Il libro è scritto in maniera semplice, non mi è capitato di imbattermi in termini difficili o incomprensibili - come mi succede a volte! Per la votazione ero davvero indecisa su cosa dare, per la prima metà del libro pensavo di dare 3 stelle come al primo, ma ho voluto premiare l'ultima metà del libro perché é riuscita davvero a sorprendermi!
Non vedo l'ora di leggere il terzo libro - e spero sia più 'vivido' di questi due, spero mi catturi da subito!


Lo consiglio a chi ha letto il primo libro e vuole sapere come continua la vita di Tave!
Tempo di lettura: 5 giorni

Avete letto il primo libro della serie? Leggerete o avete già letto anche questo? :D

3 commenti:

  1. La penso esattamente come te! La Pike sa scrivere delle vere genialate, ma io non sopporto i suoi triangoli amorosi! Voglio il terzo libro per sapere come va a finire, perciò penso che appena esce a settembre in inglese lo leggerò subito :)

    RispondiElimina
  2. o.O Ma non doveva essere una duologia? Alla fine scriverà un terzo libro?
    Il primo non mi aveva entusiasmato, vedremo con il secondo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, la Sperling ha annunciato che era una duologia, ma non so nemmeno per quale motivo; alla fine del secondo è palese che ci sarà un continuo e l'autrice aveva affermato che ce n'erano almeno tre!

      Elimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*