martedì 21 luglio 2015

Recensione: 'Nightmares! Non Spegnete quella Luce', di Jason Segel

Buongiorno lettori!
non state sognando, credetemi! Non ci credo nemmeno io che sto postando una recensione! Con molta calma sono riuscita a portare a termine la lettura di questo libro. Si tratta di un libro destinato ad un pubblico di più piccoli, ma è stata una lettura carina senza impegno, e io avevo bisogno proprio di questo per riinziare a leggere probabilmente. Non sto dicendo che le letture riprenderanno il ritmo di prima, ma grazie a questa storiella mi sono un pochettino sbloccata.
──────────────────────────
Titolo: Nightmares! Non Spegnete quella Luce (Nightmares, #1)
Autore: Jason Segel
Editore: DeAgostini
Data di pubblicazione: 12 Maggio 2015
Pagine: 411
Prezzo: €14,90
Goodreads  |  inMondadori
Trama:
Charlie Laird ha dodici anni, sua madre è morta da tre e nel frattempo suo padre si è risposato con una donna che è una strega. Letteralmente. Come se non bastasse, Charlie ha dovuto trasferirsi nella lugubre villa di lei. E lì che le creature hanno bussato per la prima volta alla porta della sua cameretta. Ma quello che Charlie non sa è che i problemi sono appena cominciati. Perché all'improvviso le creature che infestano le sue notti prendono a scivolare fuori dai sogni e a confondersi con la realtà. Inizia così una serie ininterrotta di spaventose avventure che trascinerà Charlie sempre più in profondità nell'Oltremondo. Un viaggio straordinario che lo costringerà a guardare dritto negli occhi il suo incubo peggiore. Prima di poter tornare a casa, prima di sentirsi finalmente a casa.


RECENSIONE
Non inizio questa recensione con il solito riassunto della trama perché penso la sinossi dica già tutto ciò che bisogna sapere.
Mi sono avvicinata a questo libro un po' per caso, non ne ero attratta inizialmente, ma poi la cover e la trama mi richiamavano sempre di più e ho ceduto e ne sono contenta. Come ho detto questo libro è destinato ad un pubblico giovane e potrebbe essere una lettura carina da fare con i vostri figli per fargli passare la paura degli incubi. Penso che il messaggio degli autori sia decisamente chiaro ed è quello che ogni paura può essere affrontata e sconfitta con la forza di volontà.
L'incubo di Charlie inizia quando si trasferisce nella casa della mostrigna, la nuova moglie di suo padre, e teme che il padre e il fratellino possano dimenticare la madre: qui Charlie inizia a designare la matrigna Charlotte come una strega, che ogni notte gli fa visita con la promessa di venire a prenderlo e portarlo nell'Oltremondo per poi mangiarselo. A causa della sua paura si apre il portale di questa dimensione degli orrori, popolata da ogni singolo incubo in cui bambini e non da ogni parte del mondo vanno a farci visita ogni sera. Charlie oltrepassa questo portale non solo con l'anima - come fanno tutti quanti - ma anche con il corpo, quindi la sua vita, la sua vera vita è realmente in pericolo.
Grazie all'aiuto di alcuni incubi, quali Dabney il pagliaccio e Meduso il gorgone, troverà i suoi amici intenti a superare il loro incubo, e con anche il loro aiuto dovrà sconfiggere il Presidente Paura, colui che ha preso il potere nell'Oltremondo e vuole portare tutti gli incubi attraverso il portale, ma soprattutto dovrà cercare di tornare nel Mondo Reale sano e salvo.
L'Oltremondo mi è piaciuto moltissimo, trovo sia stato ingegnato e descritto davvero molto bene. Gli incubi ovviamente sono i protagonisti e abitanti di questo luogo immenso: ci sono un numero infinito di proprietà, ogni persona ha il suo luogo e ogni notte che vi fa ritorno questa proprietà di ingigantisce sempre di più. Vi possiamo trovare bigfoot, zombie, conigli senza occhi, ma dalla bocca gigante con denti affilatissimi, larve di due metri, streghe e vampiri e molte altre creature: l'invenzione umana, e soprattutto dei bambini, è davvero infinita.
I personaggi mi sono piaciuti moltissimo, quattro bambini coraggiosi ogniuno con la propria paura, ma in grado di affrontarla. Il mio preferito però è stato un personaggio secondario: Meduso, un incubo che ha capito che c'è qualcosa di migliore che non spaventare, ovvero aiutare chi ne ha bisogno. Meduso è un gorgone, figlio di Medusa, e la sua specialità dovrebbe essere trasformare in pietra gli umani, ma ha scelto di usare il suo 'potere' di nuovo dopo molto tempo per venire in aiuto dei ragazzini. Mi ha colpita molto.
La narrazione del libro è molto chiara, scritto in modo semplice visto il pubblico a cui è destinato. Gli autori sono stati abili nel creare una storia del genere, pensata in ogni punto, niente è lasciato al caso, ma la soluzione non è sempre dietro l'angolo.
A mio parare, l'unica pecca del libro è l'inizio. L'ho trovato un po' lento, ci ho messo un po' ad interessarmi alla storia e per di più la maggior parte delle cose mi sembravano scontate. Anche il finale, poteva essere sviluppato in modo differente, magari un po' più prolisso e un po' più combattivo, invece si è risolto tutto in poche righe.
Ad ogni modo, da quelle poche righe finali dell'epilogo, gli autori hanno lasciato intendere che la storia non è finita qui e non vedo l'ora di leggere il secondo libro!
Tempo di lettura: 5 giorni

Avete letto questo libro? Cosa ne pensate?

5 commenti:

  1. Questo libro sembra carinissimo, tornare un pò bambini è un ottimo modo per staccare un pò la spina dallo stress lavorativo ;)

    RispondiElimina
  2. Io l'avevo trovato molto carino, mi sono piaciute soprattutto le illustrazioni!

    RispondiElimina
  3. Mi intriga troppo dopo aver letto questa recensione, mi sa che sarà uno dei prossimi acquisti!

    RispondiElimina
  4. Sembra proprio carinissimo, anche se vedendo il titolo sembrava un horror per adulti. Meduso, questo nome è proprio buffo. Credo sia una lettura spassosissima, soprattutto per avvicinare i ragazzini alla lettura.

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*