venerdì 28 agosto 2015

Recensione: 'La Regina degli Zombie' di Gena Showalter

Buongiorno lettori!
finalmente vi lascio la recensione di questo capolavoro! Siccome mi sono dovuta svegliare decisamente presto per colpa del mio ragazzo e avevo un paio di ore buche prima di andare a lavoro mi sono messa all'opera e al pelo.. sono riuscita a scrivere la recensione!
Non mi perdo in altre chiacchiere, anche perché ho ancora da fare prima di uscire di casa - tra cui andare a cercare un possibile libro arrivato dal postino - chissà dove l'ha messo mio nonno ò.ò
──────────────────────────
Titolo: La Regina degli Zombie (White Rabbit Chronicles, #3)
Autore: Gena Showalter
Editore: Harlequin Mondadori
Data di pubblicazione: 04 Agosto 2015
Pagine: 343
Prezzo: €7,47
Goodreads
Trama:
Consideravo gli zombie il nemico peggiore mai esistito sulla terra, ma mi sbagliavo: gli esseri umani possono essere molto più pericolosi. C'è un'azienda là fuori, la Anima Industries. Controlla gli zombie e ha deciso che i cacciatori sono un problema che può essere risolto in un modo soltanto: sterminandoli. E adesso i cacciatori devono scegliere. Ritirarsi o scendere in campo. Mentre si prepara insieme ai suoi amici per quella che si prospetta una guerra senza quartiere, Ali Bell scopre che anche lei può controllare gli zombie... e che non è la ragazza che era convinta di essere. In qualche modo è legata alla donna che ha ucciso e trasformato la madre di Cole, ed è certa che questo finirà per rovinare il loro rapporto. Ma con l'emergere di nuovi, ancor più sconvolgenti segreti, mentre i suoi compagni perdono la vita o vengono catturati, una certezza si fa strada nel cuore di Ali: per vincere è disposta a tutto. Anche a sacrificare la propria vita per coloro che ama.


RECENSIONE
Quando ho saputo che la HM avrebbe fatto uscire il terzo libro di questa serie quando non era passato nemmeno un anno dall'uscita del secondo ero al settimo cielo! Il mio entusiasmo però è scemato quando ho scoperto che sarebbe stato pubblicato nel corso di 4 settimane: quest'idea secondo me non è andata in porto. Io personalmente preferisco leggere un libro tutto di un fiato, e lette le venti pagine di anteprima - la parte gratuita ovviamente - non potevo crederci di dover aspettare una settimana per poter continuare la lettura, quindi ho atteso di avere tutte le parti prima di iniziare! A mio parere - se la casa editrice voleva davvero sorprenderci - avrebbe dovuto mettere il libro in download non appena lo avesse finito di tradurre, senza dirci che ci stavano lavorando: allora sarebbe stata una sorpresa graditissima, ma adesso passiamo alla recensione vera e propria!
Nei romanzi precedenti abbiamo conosciuto bene la protagonista Alice Bell, l'abbiamo conosciuta attraverso le mille sfide che la vita le ha serbato: ha dovuto superare la morte dei genitori e - soprattutto - è venuta a conoscenza dell'esistenza di un nuovo mondo tanto temuto dal padre; ha dovuto convivere con il cuore spezzato e ha convissuto con una Ali cattiva che voleva impadronirsi del suo corpo, e proprio quando sperava di poter vivere la sua vita con il cuore ricucito una nuova minaccia incombe su di lei e la sua squadra di cacciatori, ma questa volta non sono gli zombie la minaccia più grande, ma gli umani. Della Anima Industries si è già sentito parlare nei precedenti romanzi, ma in questo terzo libro è la protagonista. La Anima Industries utilizza gli zombie per i loro scopi - non li uccide, ma li studia e li usa contro i cacciatori, in modo che non ostacolino i loro piani. Come vogliono utilizzare gli zombie? Beh, vogliono quello che vogliono tutte le grande industrie scientifiche: l'immortalità, e sono convinti di trovarla nelle anime-non-morte.
Principalmente il terzo volume della White Rabbit Chronicles tratta della guerra contro la Anima Industries, ma vediamo anche i cacciatori iniziare a fidarsi di coloro che pensavano gli fossero nemici, e vediamo un Alice che si troverà davanti a verità che gli sconvolgeranno la vita, che metteranno in discussione tutto ciò che ha sempre saputo, la vedremo insicura, ma anche più sicura e coraggiosa di sempre.
Da quanto ho capito questo doveva essere l'ultimo libro della serie, ma per fortuna l'autrice ha scritto un quarto libro e non vedo l'ora di leggerlo, ma se questo fosse stato davvero l'ultimo sarebbe stata una degna conclusione alla serie. Ha tutti gli elementi per essere un finale con i fiocchi: la fine di una tragica guerra piena di azione, tanto mistero nella vita della protagonista, tanto romanticismo, e tanto dolore nei nostri cuori. In questa non-conclusione assisteremo a delle morti che non ci saremmo mai aspettati, quindi... state pronti alle lacrime!
La Showalter come ha già dimostrato nei libri precedenti ha uno stile unico: semplice, molto fluido, ma in grado di catturare il lettore pagina dopo pagina e di intrappolarlo nella storia; riesce far diventare il lettore il protagonista della storia attraverso alle descrizioni molto accurate e i dialoghi vividi.
Per concludere, consiglio questa trilogia e tutti quanti, a amanti e non di zombie, la consiglio perché ve ne innamorerete come me ne sono innamorata io**
Tempo di lettura: 4 giorni

Cosa ne pensate di questo libro? Lo avete letto? Se non lo avete fatto non aspettate oltre! :D

1 commento:

  1. Un quarto libro? Non ne avevo idea xD Bene, adesso vedrò di procurarmi questo il prima possibile perché DEVO sapere cosa succede!

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*