giovedì 17 marzo 2016

Recensione: 'Sortilegio' di Rachel Hawkins

Buongiorno lettori,
oggi è in uscita un libro che ho avuto l'onore di leggere in super anteprima grazie al BlogTour organizzato da me e altre ragazze - a questo proposito avete ancora qualche giorno per partecipare al giveaway, non dovete fare altro che cliccare sul banner qui sulla sinistra! Ho terminato il libro una decina di giorni fa, ma sarei già pronta a riprendere in mano la trilogia e riiniziarla da capo! La penna della Hawkins ha qualcosa mi incanta e non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di suo (:
──────────────────────────
Titolo: Sortilegio (Hex Hall, #3)
Autore: Rachel Hawkins
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 17 Marzo 2016
Pagine: 256
Prezzo: €12,00 (cartaceo) | €4,99 (eBook)
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Proprio quando Sophie Mercer ha deciso di accettare i suoi straordinari poteri magici, tipici di un demone, il Consiglio glieli toglie. Ora Sophie è indifesa, sola, e in balia dei suoi nemici giurati, i Brannicks, una famiglia di donne guerriere che dà la caccia ai Prodigium. O almeno questo è ciò che Sophie pensa, fino al momento in cui lei stessa non farà una scoperta sorprendente. Le Brannicks sanno che una guerra epocale sta arrivando, e credono Sophie sia l’unico essere abbastanza potente da salvare il mondo. Ma senza la magia, Sophie non è così sicura di sé. Riuscirà a riottenere i suoi poteri prima che sia troppo tardi?


RECENSIONE
Quando ho terminato di leggere Maleficio avevo così tanti elementi da ricordare all'insegna della lettura del terzo volume che ho dovuto segnarmeli su un nota di Goodreads! Non appena ho ricevuto il libro sono andata a rileggere queste note e ho subito pensato 'Oh mio Dio, quanta roba è successa? Non ricordo granché :S' ma lette le prime pagine del libro mi è tornato tutto alla mente, come se fossi stata investita da un'ondata di ricordi!
Fortunatamente, il libro termina non appena finito il precedente, quindi non ci siamo persi niente: riprende esattamente dall'altra parte del Itineris, nel territorio nemico delle Brannick, dove Sophie è in cerca di sua madre che troverà quasi subito. Molto presto farà una scoperta sconvolgente che riguarda le famigerate cacciatrici di Prodigium che tutti temono, infatti non sono come si racconta in giro, e per di più Soph sarà personalmente coinvolta con loro. Non dico altro per non rovinarvi il fattore sorpresa, ma io sono rimasta totalmente a bocca aperta e il mio pensiero è stato "questa ragazza ha una sfortuna che mai nessun altro ha avuto; prima credeva di essere una cosa e alla fine era tutt'altra, e adesso questo; che altro potrebbe scoprire sul suo conto?!" insomma, spero di aver reso l'idea.
La storia rimane intrigata e intrigante come nei precedenti, la Hawkins è talmente brava nel catturare l'attenzione del lettore che io le darei un premio! Per di più la sua ironia è ineguagliabile, in ogni pagina, ad ogni dialogo mi ritrovavo a ridere e mi sembravo matta da sola - ma tutti noi lo siamo un po, non è così?
I personaggi sono senza dubbio cresciuti nel corso della storia, in Incantesimo erano dei ragazzini che quasi non sapevano nulla di magia - se non che la possedevano - e adesso sono dei ragazzi che hanno sulle loro spalle un peso ben maggiore di quello che dovrebbero avere: il futuro della Terra e dei Prodigium è nelle mani di Sophie possiamo dire, e lei è stata all'altezza di affrontare questa situazione. Devo ammettere che nel momento in cui Sophie avrebbe potuto ritrovarsi a combattere dalla parte del nemico, la faccenda si è evoluta con troppa facilità e troppo velocemente, e questo è l'unico momento in cui ho pensato 'Accipicchia Rachel potevi impegnarti un po' di più!, ma nel complesso ho trovato la storia appassionante ed originale.
Tornando ai personaggi, li ho amati tutti quanti. Sophie l'ho trovata una ragazza coraggiosa e determinata, difficilmente vacillava sulle decisioni che doveva prendere e per merito della sua ironia si è guadagnata un posto nei miei personaggi preferiti di sempre! Jenna, nonostante la sua natura totalmente differente a quella demoniaca di Sophie, l'ho trovata l'amica perfetta: farebbe qualsiasi cosa pur di aiutarla, anche se dovesse rischiare la sua stessa vita. Archer sin dal primo libro - ovvero dalla prima pugnalata alla spalle - l'ho tenuto un po' alla larga dal mio cuore, ma si è fatto avvicinare molto facilmente, nonostante temessi ad ogni voltar di pagina che potesse fare qualcosa di sbagliato. Cal è sicuramente il mio personaggio maschile preferito: oltre al fatto che viene descritto come il figaccione di turno, è anche un ragazzo molto titubante, ma estremamente disponibile e leale alla causa per cui decide di battersi. I genitori di Sophie sono persone dalla natura opposta, ma che non riescono, nonostante tutti i tentavi durante questi 16\17 anni, a stare lontani e a non provare sentimenti gli uni per gli altri: per questo li ho trovati di una dolcezza infinita. Le antagoniste del libro sono le sorelle Casnoff e ovviamente loro non le ho molto amate, ma alla fine del libro non sono riuscita a disprezzare Mrs Casnoff, perché la sua natura non è cattiva, semplicemente si è ritrovata immischiata in una faccenda più grande di lei e non è più riuscita a tirarsene fuori.
Come sapete dai libri precedenti in questo libro è presente un triangolo amoroso. Sì, esatto, questi odiosi triangoli si infilano ovunque ò.ò Beh, sapete bene che io li detesto, per il semplice fatto che riesco a tifare sempre per il ragazzo sbagliato, e anche in questa serie sono stata attratta verso il secondo lui, ovvero lo sfortunato che non viene scelto - ditemi che non solo io sono tanto sfortunata, vi prego! Nonostante questo non l'ho disprezzato tantissimo, ho trovato le scene ben bilanciate con il resto della storia e mai troppo presenti, per questo la presenza di questo elemento non andrà ad influire sul mio giudizio del libro.
Essendo il capitolo finale di questa trilogia non poteva che essere ambientato nella fantastica Hecate Hall - la famosa scuola riformativa per Prodigium! Purtroppo non sarà la stessa Hex Hall del primo libro, infatti la vedremo non proprio nel pieno del suo splendore, ma non vi dico altro, ci tenevo solo a dirvi che sarete catapultati di nuovo in questa struttura, della quale avremo parecchie nozioni di storia nel corso di questo volume.
Per concludere, non ho voluto dirvi praticamente niente sulla trama di Sortilegio, ma vorrei che rimaneste sorpresi quanto lo sono rimasta io dallo svolgersi delle situazioni. Ho divorato questa storia in poco tempo e il finale mi ha toccata parecchio e l'ho trovato... non dico perfetto, ma giusto per terminare questa trilogia. Ovviamente non mi arrenderò mai a dire addio a questi splendidi personaggi, vorrei leggere di loro sempre e sono sicura che se mai dalla penna della Hawkins dovrebbe uscire qualche bella novella su Sophie e i suoi amici, sarei la prima a fiondarmici!
Tempo di lettura: 3 giorni

2 commenti:

  1. Anch'io adoro Cal (e tifo per lui, anche se la vedo dura)...troppo curiosa!!!

    RispondiElimina
  2. L'ho amato e ho amato Cal :)

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*